Torna alle News


Deprecated: Function eregi() is deprecated in D:\inetpub\webs\claaicosenzait\public\news\show_news.php on line 37

Deprecated: Function eregi() is deprecated in D:\inetpub\webs\claaicosenzait\public\news\show_news.php on line 57

Deprecated: Function eregi() is deprecated in D:\inetpub\webs\claaicosenzait\public\news\inc\shows.inc.php on line 23

Deprecated: Function eregi() is deprecated in D:\inetpub\webs\claaicosenzait\public\news\inc\shows.inc.php on line 23

15.01.2010 - LEGGE FINANZIARIA 2010
Detrazione I.R.Pe.F. del 36% per le spese di recupero del patrimonio edilizio.
Viene prorogata l’agevolazione consistente nella detraibilità dall’I.R.Pe.F. del 36% delle spese di recupero del patrimonio edilizio, ai sensi dell’art. 1 della L. 27/12/97 n. 449 e successive modifiche ed integrazioni, con riferimento alle spese sostenute fino al 31/12/2012.
Detrazione IRPEF del 36% per l’acquisto di unità immobiliari in fabbricati interamente recuperati da imprese.
Viene prorogata l’agevolazione consistente nella detrazione I.R.Pe.F. del 36% delle spese sostenute per l’acquisto di unità immobiliari abitative (e relative pertinenze) site in fabbricati interamente recuperati da imprese di costruzione o ristrutturazione, mediante interventi di restauro, risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia, ai sensi dell’art. 9 comma 2 della L. 28/12/2001 n. 448.
Questa agevolazione riguarda anche le spese sostenute per l’assegnazione ai soci di unità immobiliari residenziali (e relative pertinenze) da parte di cooperative edilizie che abbiano effettuato i suddetti interventi di recupero.
Per effetto della disposizione, la detrazione compete quindi a condizione che:
l’intervento di recupero sia eseguito nel periodo dall’1/1/2008 al 31/12/2012;
l’atto notarile di acquisto (ovvero di assegnazione, in caso di cooperative edilizie) sia stipulato entro il 30/6/2013.
Proroga “a regime” dell’I.V.A. al 10 % sulle manutenzioni edilizie.
Viene, altresì, resa strutturale l’agevolazione tributaria che prevede l’applicazione dell’I.V.A. con l’aliquota ridotta pari al 10 %, anziché con l’aliquota ordinaria del 20 %, alle prestazioni di servizi rese nell’ambito di interventi:
di manutenzione edilizia (ordinaria, straordinaria ecc.);
eseguiti su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.
Riapertura dei termini per la rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni.
È disposta la riapertura dei termini per la rideterminazione del valore fiscale delle partecipazioni non quotate e dei terreni (agricoli ed edificabili), posseduti all’1/1/2010 al di fuori del regime d’impresa, mediante il pagamento di un’imposta sostitutiva fissata nella
misura del:
4%, per le partecipazioni qualificate ed i terreni;
2%, per le partecipazioni non qualificate.
Viene, inoltre, fissato al 31/10/2010 il termine per la redazione e l’asseverazione delle perizie di stima e per il versamento del totale o della prima rata dell’imposta sostitutiva.
Imposta sostitutiva sui canoni di locazione per immobili ad uso abitativo.
E' disposta l’applicazione, in via sperimentale per il solo 2010, di un’imposta sostitutiva dell’I.R.Pe.F. e delle relative addizionali, pari al 20%, sul canone di locazione di immobili ad uso abitativo ubicati nella provincia de L’Aquila. In futuro, forse, potrebbe essere allargata la platea dei contribuenti interessati.
La disposizione trova applicazione al ricorrere di determinate condizioni; nello specifico:
il contratto deve intercorrere tra persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di imprese, arti o professioni;
deve trattarsi di un contratto di locazione stipulato ai sensi del cosiddetto “contratti a canone concordato”;
la tassazione dipende da una scelta facoltativa del locatore.
L’applicazione effettiva della misura è subordinata all’emanazione di un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.
Detassazione dei premi di produttività.
E' prorogato per il 2010 la tassazione agevolata delle remunerazioni legate ai risultati aziendali e all’incremento della produttività del lavoro, di cui all’art. 2 comma 1 lett. c) del D.L. 93/2008 (conversione in L. 126/2008). Si deve tenere presente che esistono vincoli assai rigidi (i dipendenti sono solo quelli del settore privato, l’importo massimo è di €. 6.000,00, il reddito 2009 non può eccedere €. 35.000,00).
Pertanto, anche per tale annualità, l’agevolazione consisterà nell’applicazione, in luogo della tassazione ordinaria, di un’imposta sostitutiva dell’I.R.Pe.F. e delle addizionali regionali e comunali, pari al 10%.
Agevolazioni fiscali.
Nella sua formulazione definitiva, la Finanziaria 2010 dispone le seguenti agevolazioni fiscali:
riduzione dal 99% al 79% della percentuale di computo dell’acconto I.R.Pe.F. per il 2009;
esenzione dal pagamento dell’imposta di registro di cui all’art. 57 del D.P.R. 131/86 per le vittime del terrorismo ed i loro superstiti con riferimento agli atti in cui tali soggetti siano parti in causa in un procedimento civile, penale, amministrativo o contabile dipendente da atti di terrorismo;
estensione, per l’anno 2010, della possibilità di accesso al Fondo di garanzia a favore delle piccole e medie imprese di cui all’art. 15 della L. 7/8/1997 n. 266, entro il limite di 20 milioni di euro;
ulteriore proroga, rispetto a quella già prevista dall’art. 25 del D.L. 78/2009, per la riscossione dei tributi e contributi dovuti dai contribuenti residenti nei Comuni colpiti dagli eventi sismici che hanno colpito la Regione Abruzzo nel 2009;
stanziamento di maggiori fondi (pari a 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2010 e 2011) ad incremento del credito d’imposta per le imprese che investono in ricerca e innovazione.
Cinque per mille.
La Finanziaria per il 2010 proroga, anche in relazione alle dichiarazioni dei redditi relative al 2009 (730/2010, UNICO 2010), il beneficio del cinque per mille dell’I.R.Pe.F., nel limite massimo di 400 milioni di euro, da definire con successivo D.P.C.M.
Attenzione !
La Finanziaria 2010 non ha disposto la proroga di alcune agevolazioni e misure fiscali che hanno trovato applicazione nel periodo d’imposta 2009 e/o precedenti, la cui futura estensione risulta, allo stato attuale, incerta. A titolo esemplificativo, si segnalano le seguenti disposizioni:
la riduzione della pressione fiscale per i contribuenti con più figli a carico e per i pensionati, graduati in funzione del reddito;
la proroga al 2010 della detrazione I.R.Pe.F. del 19% in relazione alle spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale;
l’estensione del “raggio di azione” della carta acquisti prevista a favore dei cittadini italiani che versano in condizione di maggior disagio economico (meglio conosciuta come “social card”);
la proroga al 2010 degli incentivi per l’acquisto di veicoli più ecologici, con o senza rottamazione dei veicoli più inquinanti;
la proroga della detrazione I.R.Pe.F./I.Re.S. del 55% sugli interventi volti alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti, attualmente prevista fino al periodo d’imposta in corso al 31/12/2010 (anno 2010, per i soggetti “solari”);
la proroga delle agevolazioni per l’acquisto di terreni da parte di imprenditori agricoli e coltivatori diretti.